MAGIE PROVENZALI

Ci sono luoghi particolarmente adatti alla creazione artistica.

La Costa Azzurra ad esempio.

Moltissimi artisti verso la fine della loro carriera si sono trasferiti nei piccoli paesini de sud della Francia dando vita alla stagione forse la più spettacolare della loro vita artistica.

Mi riferisco a Marc Chagall, a Pablo Picasso ed a Henri Matisse.

La magia inizia in un piccolo paesino arroccato su un colle, Saint-Paul-de-Vence, dove Marguerite et Aimé Maeght hanno creato un luogo incredibile per l’arte e i suoi protagonisti.

saintpauldevence

Stanchi della caoticità parigina, i coniugi Maeght hanno acquistato un terreno su una collina che sovrasta l’intero borgo medievale: immersa nel verde brillante, coccolata dal clima mite, ancor oggi la Fondazione Maeght è un luogo di scambio di idee e pensieri, dove il confine tra vita ed arte non esiste.

maeght1 maeght3 maeght 4 maeght5 maeght6 maeght7 maeght8 maghet5

Gli artisti

Marc Chagall

bchagall1

Vitebsk 7luglio1887 – Saint-Paul-de-Vence, 28 marzo 1985

marc chagall 2

museechagall

Nel museo di Nizza sono riunite tutte le grandi tele del Maestro relative al Ciclo Biblico.

E’ possibile ricostruire il lavoro globale di Marc Chagall analizzando precise aree tematiche, soggetti sempre presenti in maniera più o meno evidente all’interno delle sue opere.

Il volo 

chagal 1 chagal 2 chala 3 chagal 4 chagal 5 chagal 6 chagal 7 chagal 8

Il gallo

gallo 1 gallo 2 gallo 3 gallo 4 gallo 5 gallo 6

L’ebreo 

ebreo 1 ebreo 2 ebreo 3 ebreo 4 ebreo 5

 Pablo Picasso

picasso

Malaga, 25 ottobre 1881 – Mougins, 8 aprile 1973

picasso 2

Picasso trova in Provenza il suo angolo paradiso: il mare, il sole e il vento saranno un grande beneficio per l’artista che negli anni precedenti ha vissuto anni difficili costellati di tragici eventi, come la guerra civile spagnola.

Grazie alla generosità di Romuald Dor de La Souchèr, nel 1946 Picasso ha la possibilità di installare il suo atelier in una sala del castello Grimaldi di Antibes.

antibes 1 antibes 2

antibes 3

All’interno del museo sono raccolte le opere create dal Maestro durante il suo soggiorno ad Antibes, e si tratta specialmente della ricchissima produzione ceramica.

picasso8

picasso6 picasso5 picasso7
picasso9 picasso10 picass011 picasso12 picasso13

Inoltre, è presente la celebre tela intitolata La joie de vivre realizzata nel 1946.

joiedevivre

Questo quadro manifesta un sentimento di rinascita e sprigiona una grande energia: si ritrovano qui gli elementi naturali che rendono maginca la provenza, il cielo azzurro, il mare calmo e il caldo colore della sabbia. Il personaggio centrale è identificato con Françoise Gilot, la nuova compagna di Picasso dopo Dora Maar.

La joie de vivre è un piccolo paradiso dove la sua donna incanta gli animali e danza con loro una musica che sprigiona una grande energia vitale.

Henri Matisse

matisse4

Le Cateau-Cambrésis, 31 dicembre 1869 – Nizza, 3 novembre 1954

matisse

Matisse nel 1917 si trasferisce in Costa Azzurra e precisamente a Nizza, nel quariere Cimiez.

Tra uliveti e rovine, nel 1963 fu creato il Musée Matisse.

cimiez2

cimiez3

La collezione del museo conta in un ensemble variegato di opere, dai disegni alle sculture, dalle ceramiche ai papiers découpé, dai bozzetti delle vetrate alle fotografie.

matisse14

matisse 2 matisse 3

Le serie dei grandi collages, i gouaches découpés, sono degli anni quaranta come anche le illustrazioni grafiche di alcuni libri, come l’Ulisse si Joyce.

matisse13

matisse10 matisse11
matisse 7
matisse6

Nel 1951 Matisse terminò il suo ultimo grande lavoro, la proggettazione della decorazione intera, delle vetrate e della struttura murale in ceramica per la Chapelle du Rosaire a Saint-Paul-de-Vence.

matissechapelle

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. rabuccia ha detto:

    L’ha ribloggato su daisuzoku.

  2. lois ha detto:

    Sono stato diverse volte in Costa Azzurra alla scoperta di questi luoghi meravigliosi, arrivando fino a Mougin, che fu l’ultima residenza di Picasso. Saint Paul meriterebbe da sola una visita ad hoc, tra gli atelier, la Colombe d’Or e la Fondazione Maeght! Io credo che quello che ha accomunato la presenza di questi autori sia stata la bellezza estrema della luce, che si staglia nel cielo di un azzurro esclusivo! A Nizza è spettacolare il ciclo di Chagall, ma trovo molto intimo e suggestivo il Museo Matisse, con la sua architettura e le sue opere così ‘private’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...